HOME > News > Chiesi cresce a due...

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali
ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Inserire l'indirizzo Email
Inserire un indirizzo email valido
Email inviata con successo
Accettare l'informativa sulla privacy

Chiesi cresce a due cifre ed estende la propria presenza globale

Data: 14/03/2014
Chiesi Farmaceutici S.p.A., società farmaceutica leader in Europa,principalmente attiva nelle aree terapeutiche respiratoria e delle malattie specialistiche, ha chiuso l’esercizio 2013 con un fatturato consolidato superiore a 1.236 milioni di Euro, in crescita del 11,8% rispetto al 2012 (+14% a cambi valutari costanti).
Tutte le affiliate hanno incrementato le proprie vendite, per lo più crescendo a due cifre; grazie a questi risultati oltre il 75% del fatturato è stato realizzato fuori dal mercato domestico – ha commentato Alberto Chiesi, presidente del Gruppo -Presenza globale, innovazione e focalizzazione nelle aree terapeutiche di eccellenza rappresentano sempre le linee guida per lo sviluppo sostenibile del Gruppo”.
 
Uno degli eventi di maggiore rilievo nel 2013 è stato il lancio in Germania, Spagna, Olanda, Italia del primo inalatore di polvere che eroga particelle extrafini dell'associazione fissa beclometasone/formoterolo (Foster Nexthaler ® ), indicato perla terapia dell’asma bronchiale. Secondo i recenti dati prodotti da IMS Health, tale associazione, nella forma di aerosol, è il farmaco italiano di maggior successo a livello mondiale tra quelli lanciati nell’ultimo decennio.
Foster e Clenil sono stati lanciati in Cina, con prospettive di crescita molto interessanti nel medio periodo.
In febbraio Chiesi ha positivamente concluso l’acquisizione di tutte le azioni ordinarie in circolazione della società americana Cornerstone Therapeutics, che opererà come filiale diretta nel mercato USA, così importante per la sua capacità di innovazione nelle terapie specialistiche e nel trattamento delle malattie rare. L’operazione estende la dimensione globale del Gruppo e ne rafforza la presenza negli Stati Uniti, che rappresentano tuttora il maggior mercato farmaceutico mondiale. Inoltre, grazie al supporto di Chiesi, Cornerstone Therapeutics guadagna maggiore flessibilità per sviluppare la propria pipeline di prodotti e rafforzare le proprie reti commerciali.
Nel corso del 2013 il Gruppo ha inoltre acquisito la biofarmaceutica danese Zymenex Holding A/S, consolidando la propria presenza nel settore della medicina specialistica, anche grazie all’integrazione di Zymenex nel proprio staff di R&S. L’acquisizione include Lamazym, enzima ricombinante in fase III con indicazione per l’alfa-mannosidosi, malattia genetica che causa un progressivo deterioramento del sistema nervoso centrale, e due composti per altre indicazioni ultra-rare in fase preclinica di sviluppo.
 
Da segnalare anche l‘accordo con l’olandese uniQure per la commercializzazione in Europa e altri Paesi selezionati di Glybera ( alipogen tiparvovec), prima terapia genica approvata nei paesi occidentali e indicata per il trattamento del deficit di lipoproteina lipasi(LPLD). L’accordo include anche il co-sviluppo di una terapia per l’emofilia B.
Nel corso del 2014 si prevede di avviare la commercializzazione di Envarsus ®indicato per la prevenzione del rigetto da trapianto di rene. Il farmaco, acquisito da Veloxis Pharmaceuticals con un accordo di distribuzione in Europa, permetterà a Chiesi di entrare nell’importante area terapeutica dell’immunosoppressione.
 
“Il 2013 ha rappresentato un anno molto importante, caratterizzato da risultati brillanti e da iniziative che sono destinate a modificare l’azienda in modo permanente – ha sottolineato l’amministratore delegato Ugo Di Francesco. Negli ultimi dodici mesi il Gruppo è entrato a far parte delle prime 50 imprese farmaceutiche mondiali, ha lanciato un inalatore di polvere altamente innovativo per il proprio farmaco di punta, ha registrato importanti prodotti in Cina e stabilito una solida presenza negli USA con l’acquisizione di Cornerstone Therapeutics. Inoltre, lo sviluppo di Holostem, impegnata nella registrazione di terapie avanzate di medicina rigenerativa, l’acquisizione di Zymenex e gli accordi con uniQure (terapia genica) e con Veloxis (immunosoppressione) aprono per il Gruppo importanti opportunità nei settori più avanzati della medicina”.